I commenti sono ovviamente graditi. Per leggerli cliccate sul titolo dell'articolo(post) di vostro interesse. Per scrivere(postare,pubblicare) un commento relativo all'articolo cliccate sulla voce commenti in calce al medesimo. Per un messaggio generico o un saluto al volo firmate il libro degli ospiti (guest book) dove sarete benvenuti. Buona lettura


giovedì 15 gennaio 2009

Spazio ai lettori - n° 1 del 2009


.
Brani tratti da commenti particolarmente significativi o che si prestano ad ulteriori interventi da parte di coloro i quali vorranno interagire e approfondire i temi trattati. Un click sul titolo dell’articolo Vi condurrà ai testi integrali e Vi consentirà di inserire il Vostro pensiero.

Grazie a tutti Voi


martedì 16 dicembre 2008
Come Charlot col cagnolino

confini diversi ha detto...
…. sapere ascoltare è una grande qualità, spesso fonte di involontario altruismo. A volte qualcuno se ne approfitta un po'...ma credo sia normale. Sono convinto che nella società attuale, così portata all'individulismo, chi sa ascoltare, respira molti più malumori che gioie.

sabato 20 dicembre 2008
La mia, personalissima, hit parade

Miriam ha detto...
La fretta , la calma, gli altri, noi...le corse, gli affanni e ancora la fretta, sempre lì come un fantasma in agguato, dietro ogni angolo della nostra vita!Penso che la maggior parte delle persone non ami la fretta ma davvero diventa un argomento di difficile interpretazione...

venerdì 2 gennaio 2009
Comunicare “via” blog

euclide ha detto...
Questa cosa della comunicazione a distanza tra blogger è la cosa che mi piace di più dell'avere un blog. Molti questa cosa non la capiscono anche perché pensano che il blog sostituisca completamente la comunicazione di tipo fisico. Invece no, è una cosa in più.

l’altra effe ha detto...
… Ma sul blog si comunica anche con una poesia..un pensiero alla finestra mentre piove..un copiato da un romanzo che si è letto, ecc..Insomma il blog è una parte di "io-sul-web" con cui esternare ed accogliere contenuti (propri e di altri) e dunque una forma aggiuntiva, si, come ha detto qualcun altro, di comunicazione, giammai sostitutiva.

Elle ha detto...
.. Personalmente non credo che il blog sia il surrogato di niente, bensì qualcosa in più che si ha voglia di condividere e tutta la tecnologia di cui oggi possiamo disporre è anche un'ottima opportunità per accorciare distanze e per ritrovarsi più velocemente e facilmente con chi ci è affine in pensieri ed intenti.
Ad ognuno di noi scegliere la via che preferisce: il blog è una di queste, senza nulla togliere agli altri mezzi, ognuno sceglierà in base alle proprie attitudini ed ai propri desideri.

Aldo Balducci ha detto...
…. il contatto umano, il coltivare un'amicizia richiede un investimento di energie che viene comodamente bypassato utilizzando la comunicazione via Web. Questa che dovrebbe essere integrativa o estensiva della comunicazione personale diventa o per pigrizia innata o acquisita oppure per incapacità di interrelazione personale, la forma primaria di comunicazione...

alessandro perrone ha detto...
… Il Blog è uno strumento, come tale deve essere usato, senza idealizzarlo, ma nello stesso tempo senza demonizzarlo. Mi pare che mai come oggi ci sia stata la possibilità di conoscere e confrontarsi…

20 commenti:

  1. Concordo con Aldo Balducci nel sostenere che, sì, il blog è uno strumento in più ma la pigrizia,"innata o acquisita", che ci spinge a bypassare l'investimento di energie necessario per mantenere rapporti umani " dal vivo", inibisce delle importanti capacità umane: la capacità di sorridere, di esprimersi con gesti, di interpretare le espressioni altrui, di curare il proprio aspetto, di condividere emozioni immediate, di esprimersi con spontaneità, di saper prevenire la parola uscita incautamente dalla bocca per non ferire l'altrui sensibilità, e via dicendo.
    Quanto più tempo noi trascorriamo davanti al computer, tanto più ne sottraiamo ai contatti "veri" ( si sa , un giorno è formato da ventiquattr'ore, non di più).

    RispondiElimina
  2. Rif. kinnie51
    Certo, il pericolo del "bypassare" ecc. esiste, ma ritengo che di fronte alla comunicazione "via" blog si ponga (come per ogni cosa) una questione di maturità, sensibilità e di scelte.
    Chi voglia ragionare in questa prospettiva saprà senz'altro come gestirsi. Rimane insomma valida la massima "in medio stat virtus."
    Comunque, bentornata su questo blog.

    RispondiElimina
  3. Ancora bellissimo questo spazio dedicato ai lettori... ed è proprio l'esempio lampante di comunicazione positiva portata avanti attraverso un blog. Il rapporto con i lettori nel tuo caso è abituale, e si vede... nel tuo caso, come in tanti altri, il rapporto umano non è bypassato dal blog, è solo reso possibile nonostante la distanza. E' ovvio che poi ci sono casi in cui il blog resta uno strumento vuoto... ma credo si noti!
    P.S. Inanto io aspetto Eduardo! ;)

    RispondiElimina
  4. Rif. godot
    Cara Godot, ringrazio & ringrazio per la stima, veramente.
    Del resto, l'amicizia non solo virtuale può nascere anche attraverso il blog, una volta che il mare e problemucci economici permettano di incontrare i compagni di mouse.
    Quanto ad Eduardo, il prossimo post sarà su di lui; l'ho già scritto e conto di pubblicarlo all'inizio della prossima settimana.
    Buon fine settimana

    RispondiElimina
  5. posso postare solo come anonimo???

    RispondiElimina
  6. va bè...sono Burberry.
    Stavo dicendo (dopo che sono stata interrotta -anzi, cancellata- dal tuo "seleziona profilo") che, accidenti a te, ancora una volta mi hai preceduto e sei passato da me prima che io venissi a salutarti.
    Lo faccio ora. Ciao, carissimo e buon 2009!!!
    Ti ringrazio molto delle tue visite e delle dolci parole spese x me!! Sei un tesoro!
    Mi sa che mi sono persa qualcosa in questo mese d'assenza: tante novità nel tuo blog. Prometto che andrò a legegrmi qualche post precedente.

    RispondiElimina
  7. Che palle 'sto "seleziona profilo"!!! Uff....ma come faccio a postare i miei commenti come burberry??!!
    RICCARDO, GENIO DELL'INFORMATICA, AIUTAMI TU!!!
    Baci baci. :))

    RispondiElimina
  8. Ciao Riccardo, concordo con chi sostiene che "Il Blog è uno strumento, come tale deve essere usato, senza idealizzarlo, ma nello stesso tempo senza demonizzarlo"(Alessandro Perrone). Allo stesso tempo sostengo anche il pensiero (Aldo Balducci)dove si afferma che "Il contatto umano, il coltivare un'amicizia richiede un investimento di energie che viene comodamente bypassato utilizzando la comunicazione via Web".
    Per me , che muovo i miei primi passi all'interno di un blog, rappresenta una tappa fondamentale e importante all'interno del mio caos quotidiano...lavoro, casa, piccole lotte personali...è come se con la nascita di un blog "tutto mio", sia riuscita a raggiungere(dopo molte fatiche e dubbi) e abitare l'Isola Felice e immaginaria che inconsciamente cercavo nelle cose di tutti i giorni, dove poter coltivare e far crescere pensieri-emozioni-sensazioni dell'anima e non solo!
    Per molto tempo e per vari motivi mi sono chiusa agli altri e anche a me stessa, (anche se in molti e tra le persone più vicine a me non se ne sono neanche accorte), chiudendo inconsciamente e con l'alibi della stanchezza e del "poco-tempo" le porte a chi per molto tempo mi aveva offerto la sua preziosa amicizia. Oggi attraverso il blog ripercorro a fatica ma con una rinnovata gioia: un "ponte", che va da me a chi mi conosce, mi ama e pensa che qualcosa di buono può nascere anche da me, che va da me a quello che mi circonda, che va da me a quello che vorrei esprimere guardando una persona negli occhi fino ad incontrare il suo cuore, senza avere la sensazione di disturbare. Custodisco, perchè negarlo? una piccola e ingenua presunzione...quella di raggiungere e conoscere persone nuove, anche dell'altro capo del mondo, che abbiano voglia di condividere i loro sogni con me.
    Ho molti dubbi riguardo al discorso "dialogo interpersonale", tutti, me compresa, siamo spesso fagocitati dal vortice del tempo che ci fa correrre senza darci respiro e soffermarci davanti alle cose più belle della vita, davanti alla vita stessa che scorre davanti a noi.
    Ma quanta nostalgia per i bei tempi trascorsi a ridere e condividere l'Amicizia, scambiarsi reciprocamente e non virtualmente, pezzi di vita vissuta concretamente.
    Chissà che quel ponte non ci conduca anche verso quell'energia che unisce e rafforza i "vecchi e cari" rapporti umani maltrattati e boicottati, rendendoli più saldi e solidali, io ne ho una voglia matta!
    Un abbraccio fortissimo
    Miriam

    RispondiElimina
  9. Rif. burberry
    Ricambio davvero di cuore gli auguri, Burberry!
    Speriamo ed auguriamoci che il 2009 sia un anno migliore per te e per tutti. E voglio rovinarmi, anche per me...
    "Genio dell'informatica" è un po' troppo, però; anzi, è DECISAMENTE esagerato. Sappi che senza l'ausilio di LF e della moglie sarei perso, da quel punto di vista...
    Comunque, quanto al fatto di inserire i commenti, eccoti qualche istruzione: una volta inserito il commento vai in selezione profilo e clicca su Nome/URL, dove puoi
    apporre il tuo nome e (su URL) volendo, indicare il link. Poi posta pure.
    Se la "cosa" non va fammelo sapere; del resto "anonimo" non piace neanche a me e mi dispiace che possano esserci problemi nell'invio dei commenti.
    Besos

    RispondiElimina
  10. Rif. miriam
    Devo dire che hai sintetizzato bene quanto penso ed ho scritto anch'io.
    Mi pare, poi, che il tuo pensiero concordi in linea di massima anche con quello degli altri commentatori del blog.
    Comunque, scrivere su un PROPRIO blog, seguirlo, curarlo come una... piccola pianta tecnologica permette in un certo senso di sviluppare lati di noi che spesso abbiamo ma che per vari motivi non riusciamo o non possiamo evidenziare altrimenti.
    Il "ponte" esiste e come ho già detto (ma non vorrei annoiare nessuno ripetendomi) va gestito in modo adeguato; certo, comunicare con persone "dell'altro capo del mondo" non è male...
    Grandissimo abbraccio anche da me.

    RispondiElimina
  11. A dire il vero mi vergogno un po'...non direi che ho fatto una sintesi considerando la lunghezza del mio intervento... Abbi pazienza, dovresti conoscermi e sapere che, haimè, le mezze misure sono sempre un problema per me(sigh!).
    Mi piace molto la metafora della "piccola pianta tecnologica", che guarda caso, meraviglia delle meraviglie, si nutre attraverso le nostre emozioni umane e a volte compie un prodigio: scioglie i ghiacciai che abbiamo stratificato nel tempo!
    Un po' di sana follia anche nella gestione di un blog, non penso faccia poi così male e ben venga se dovessi acciuffare persone nuove o conosciute nei bei tempi e smarrite nella corsa contro il tempo(scusa il bisticcio con la parola "Tempo").
    Perchè no? Perchè porre limiti...perchè, stop, sto delirando!
    Ciao e alla prossima...
    Miriam

    RispondiElimina
  12. A costo di passare per un'indiana che ama i tam-tam ti mando un'altro commento, niente paura è solo la mia Buonanotte per te e per la tua meravigliosa famigliola!
    Besos
    Miriam

    RispondiElimina
  13. L'unica cosa che posso dirti con certezza è che l'Ager Calventianus o Calventianum è il luogo dove venne assassinato il filosofo Severino Boezio ,e in effetti si ritiene fosse in Pavia ma io non conosco l'ubicazione esatta. posso provare a chiedere,però.
    ciao,a presto,spero di poterti dire dove si trova!

    RispondiElimina
  14. Rif. tania 01
    Ti ringrazio per l'informazione, che in effetti collima con le mie ricerche.
    Inoltre, fai bene ad usare il termine "assassinato" perchè la condanna a morte avvenne in base ad accuse false.
    Sai, ti ho rivolto quel quesito perchè nel romanzo che sto scrivendo accenno anche alla sfortunata vicenda di Boezio.
    Alla prossima.

    RispondiElimina
  15. Ma che bello questo tuo post basato sui commenti che hai ricevuto!
    Non è appena "generoso" come modo di porsi ma proprio stimolante.
    Credo che il blog sia un ottimo strumento per mettersi in gioco,e credo che proprio perchè aperto,l'utilizzo che se fa dipenda dalle caratteristiche personali di chi sta dietro.
    Certo ed anche il vissuto personale dato dal periodo...dalla vita reale che ci spreme (o da cui ci facciamo spremere) come limoni.
    Ma sai che mi hai fatto pensare tante cose?

    Un saluto e grazie un vero piacere! :)

    RispondiElimina
  16. rif. desaparecida
    Benvenuta "a bordo" del blog, desaparecida!
    Ti ringrazio per la stima che mi dimostri; molto gradita, davvero.
    Ed in effetti, per quanto attiene alla comunicazione il "vissuto" pesa... e parecchio. Anche la Signora Vita, poi, si fa sentire. E certe volte, nel modo sbagliato. E' inoltre difficile, molte volte, capire fino a che punto rimanere limoni o persone o come avrebbe detto Totò, uomini o caporali !

    RispondiElimina
  17. hai ragionr è difficile capire....a ciò aggiungi che è difficile "sentire" come siamo dentro.
    In questo il rimando che ci danno gli altri attraverso la scrittura è prezioso.
    Altro punto a favore per i blog! ;)

    RispondiElimina
  18. ps=mi sono riletta "dopo" ...scusa per gli errori,diciamolo chiaramente sono pasticciona!

    RispondiElimina
  19. rif. desaparecida
    Vero, è difficile anche "sentire" la nostra interiorità. Forse perchè capire è soprattutto un fatto intellettuale, mentre sentire coinvolge anche altre dimensioni, forse anche più più complesse.
    No problem per gli errori: ne facciamo tutti e penso che dipenda dal fatto che siamo tirati da tutte le parti, così che spesso manca la tranquillità perfino per scrivere... tranquilli.

    RispondiElimina

.
Al fine di evitare lo spam, I Vostri graditi commenti saranno pubblicati previa autorizzazione da parte dell'amministratore del Blog. Grazie.
.