I commenti sono ovviamente graditi. Per leggerli cliccate sul titolo dell'articolo(post) di vostro interesse. Per scrivere(postare,pubblicare) un commento relativo all'articolo cliccate sulla voce commenti in calce al medesimo. Per un messaggio generico o un saluto al volo firmate il libro degli ospiti (guest book) dove sarete benvenuti. Buona lettura


venerdì 30 marzo 2018

Buona Pasqua a chi lo merita


Oggi il cielo è pieno di nuvole. Diciamo pure che è un totale lenzuolo di nuvole, il che mi fa venire un sonno pazzesco.
Però ecco che liquido the clouds (le nuvole) e cerco di mettere un po' d'ordine in casa.
Soprattutto nel salotto, che è pieno come sempre di libri, giornali, appunti per scuola, cd, carta di caramelle, penne che non scrivono più e cassette. Musicassette, come si diceva una volta; mica cassette di frutta o di verdura, chiaro?!
Bene: dopo un'oretta di lavoro, il tavolo del salotto non sembra più una discarica comunale, ma appunto un tavolo. E va bene, me lo dico da solo: quando voglio sono anche bravo a mettere ordine.
In questo momento sto ascoltando un disco de The Klezmatics, Jews with horns: si tratta di musica appunto klezmer, cioè un particolare miscuglio di melodie ebraiche, slave e jazz molto originali e divertenti.
Molto bello Freyt aykh, Yidlekh, che significa Siate felici, ebrei. Un brano se vogliamo anche ballabile, sorretto e portato sempre più su (se l'udito non mi inganna) da trombe, clarinetti ed altri strumenti a fiato, nonché da una batteria allegra e saltellante.
Altro molto brano bello è Heyser Tartar-tants, Danza Tartara. Qui oriente, jazz e burlesque si fondono in qualcosa di talmente divertente, che a me ricorda certe comiche di Chaplin.
Potrei parlarvi anche di altri brani, come per esempio In kampf, un canto di lotta dei lavoratori ebrei, scritto in America nel 1889. Ma sarà per una prossima volta.
Ora sto pensando al fatto che il mio ennesimo contratto scadrà il 30 giugno; se non altro, un mese di lavoro in più rispetto al passato. Poi però, sarò daccapo con la ricerca di un altro contratto. Vede, mr. Lou Reed, ci sono molti modi per camminare sulla wilde side, il lato selvaggio. Purtroppo, la disoccupazione è uno di quelli.
Comunque stasera sto bene... tra poco andrò a comprare il vino binu wine vin vinus oinos wein etc. etc.
Presto sarà Pasqua, ma non sarà una Pasqua di resurrezione per gli operai di Livorno; spero però che esista un Paradiso dei lavoratori in cui possano riposare davvero. Possibilmente, senza passare per l'Inferno che hanno dovuto vivere quaggiù. Le righe che ho scritto oggi, per quello che valgono, sono per loro.

20 commenti:

  1. Mi hai fatto venire in mente il cult La classe operaia va in paradiso ... buona la musica klezmer.

    RispondiElimina
  2. Immensa tristezza per Livorno e i lavoratori tutti. Che sia una buona Pasqua, amico mio.

    RispondiElimina
  3. Come sogno speriamolo...

    Nel mio ultimo post parlo di Porto Marghera...

    Auguroni.

    RispondiElimina
  4. Buona Pasqua, Riccardo!

    Nou

    RispondiElimina
  5. Un paradiso che deve rivedere e dilatare i suoi spazi,perchè c'è un aggiornamento continuo.Morire di lavoro o cercando di uscire dalla precarietà credo siano le due facce dello stesso problema.Ti auguro una Pasqua serena anche se ormai è già pasquetta,scampagnate e un po di sole.Ciao Riccardo.

    RispondiElimina
  6. rif. Alligatore
    Troppo buono, Diego!
    Certo però che se si facessero ancora film come quelli... ragioneremmo tutti molto, molto meglio...

    RispondiElimina
  7. rif. Sonia Ognibene
    Carissima Sonia, dici bene: immensa tristezza.
    Sembra che l'alternativa debba essere tra morire di fame e di lavoro.
    uN Llavoro pochissimo sicuro, quanto a diritti e sicurezza. Buona Pasqua, pur tardiva!

    RispondiElimina
  8. Enri1968
    Come sogno, ma anche come qualcosa di concreto, che dobbiamo assolutamente realizzare.
    Passerò presto a leggere da te.
    Auguroni!

    RispondiElimina
  9. rif. chicchina
    Lavoro precario o morte, in lavori che non garantiscono nessuna sicurezza.
    Sì, sono proprio le due facce dello stesso problema, hai (purtroppo) ragione.
    Quello che butta ancora più giù, è constatare che ormai, questa è una tragica minestra che vien servita non solo al Sud e nelle Isole maggiori (Sicilia e Sardegna), ma anche al nord.
    E' di non molto tempo fa la notizia della morte di altri operai a Treviglio, vicino Bergamo...
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  10. rif. Nou
    Buona Pasqua a nche a te, Nou!
    E speriamo bene...

    RispondiElimina
  11. Ciao Riccardo,
    che bel posto la tua casa.
    Mi piace e del resto, se guardiamo solo allo scritto che accoglie i visitatori, non poteva essere diverso.
    Ah le musicassette , ma che ne sanno i ragazzi di oggi, del nastro che si attorcigliava alle bobine dei nostri walkman mentre riavvolgevamo e riavvolgevamo per ascoltare òa centesima volta la stessa canzone...
    Condivido il pensiero sui lavoratori di Livorno e abbraccio tutti quelli che continuano a rischiare la vita sul lavoro negli anni 2.0
    A presto.
    Mariella

    RispondiElimina
  12. Wow, awesome blog layout! How long have you been blogging for?
    you make blogging look easy. The overall look of your website is great, let alone the content!

    RispondiElimina
  13. rif. Mariella
    Benvenuta, Mariella, e grazie molte per il gradimento!
    Sì, quando penso alle musicassette mi sento quasi un dinosauro... Però chissà... forse quell'ascolto così difficile e rischioso (quante volte si spezzavano, i nastri!) ci ha fatto gustare davvero la musica.
    Speriamo che i lavoratori possano trovare condizioni di lavoro degne di loro... lo spero tanto! Se c'è quealcuno che lo merita, sono proprio loro.
    A presto.

    RispondiElimina
  14. rif. Anomino
    Thank you so much!
    I'm here from 2007... we and Noah was so young!!!
    Ok, it's a joke.
    Bye.

    RispondiElimina
  15. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  16. Whoa! This blog looks exactly like my old one! It's on a totally different subject but it has pretty much the
    same layout and design. Great choice of colors!

    RispondiElimina
  17. Hi there, constantly i used to check blog posts here early in the break of day, because
    i enjoy to find out more and more.

    RispondiElimina
  18. rif. ANONIMO
    Thank you so much!
    Only, for the "professional side" (it's correct, in english, I hope) you have to thank another man... and a real friend of mine, anyway.

    RispondiElimina
  19. rif. Anonimo
    It's a honor to me... really!

    RispondiElimina
  20. Hello I am so delighted I found your site, I really found you by
    error, while I was browsing on Digg for something else, Anyhow I am here
    now and would just like to say kudos for a marvelous post and a all round entertaining blog
    (I also love the theme/design), I don’t have time to look over it all at the moment but I
    have bookmarked it and also added your RSS feeds, so when I have
    time I will be back to read much more, Please do keep up the excellent b.

    RispondiElimina

.
Al fine di evitare lo spam, I Vostri graditi commenti saranno pubblicati previa autorizzazione da parte dell'amministratore del Blog. Grazie.
.