I commenti sono ovviamente graditi. Per leggerli cliccate sul titolo dell'articolo(post) di vostro interesse. Per scrivere(postare,pubblicare) un commento relativo all'articolo cliccate sulla voce commenti in calce al medesimo. Per un messaggio generico o un saluto al volo firmate il libro degli ospiti (guest book) dove sarete benvenuti. Buona lettura


martedì 29 luglio 2014

Stamattina niente Mozart


Stamattina volevo ascoltare Mozart
ma ho scelto Bryan Adams: sì, lui,
anche se il suo è un rock
poco originale ma piacevole, dopotutto.

Non frequento circoli o cenacoli letterari
ma penso di stare sulle scatole
sia ai poeti che agli operai:
per i primi sono troppo istintivo e grezzo;
del resto,
passo per rammollito ad occhi muscolosi.

Apro a caso un libro di Lord Byron
e scopro che a modo suo,
anche lui lottava con le masse:
dunque per me c'è ancora speranza!

Ma comunque, come mi sento?
Dominato dall'accidia
o più semplicemente,
strangolato da una malinconia che mi tormenta
sempre e comunque,
mi sento dominato da un gusto acido, amaro, insopportabile
che non mi molla mai...
anche se in fondo sono un sempliciotto
che si esalta con quattro e vecchi accordi elettrici,
un bicchiere di vino con gli amici
e qualche battuta
(purtroppo non sconcia, abbiate pazienza).

Ma poi l'accidia, l'angoscia, la malinconia, i blues
(chiamatela come volete)
ritorna... torna sempre, la maledetta, la schifosa, la porca!
Certo, anche il non lavorare
o il lavorare a singhiozzo,
fa singhiozzare.

Mi “fisso” (così mi dicono)
con qualche acciacco
ma in confronto a chi sta male davvero,
dovrei solo vergognarmi.
Il mio poco e scadente lavoro, poi,
non mi ficca nei bidoni della spazzatura.

Dovrei accontentarmi?!
Accontentarsi è il dolce veleno
inventato da ricchi, potenti e prepotenti d'ogni tempo
per fregarci meglio e per sempre.

Apro la Bibbia quasi a caso
e leggo in S. Giacomo:
Voi ricchi vi siete ingrassati
per il giorno della strage.
Ecco, finalmente, un pensiero dolce e divino!
Giacomo, sto già lucidando armonica & alabarda...



8 commenti:

  1. Mozart può aspettare e tu avrai fatto la scelta giusta,del resto, lo dici,sei un istintivo,e agli istinti,questi istinti,meglio obbedire.
    E leggere la Bibbia fa anche bene,di tanto in tanto,ha tutte le risposte per le nostre ansie e le nostre domande.
    Questione di fede...

    RispondiElimina
  2. rif. chicchina
    Sì, una sana istintività è decisamente la scelta giusta... è sempre stata questa la mia convinzione.
    Ed anche la Bibbia offre diversi spunti interessanti:oltre a S. Giacomo, non è per niente male il profeta Isaia... un profeta direi sociale... che parla di diritto e di giustizia, oltre che di religione.
    Salutone!

    RispondiElimina
  3. E' anche la mia storia, Riccardo, sempre in bilico tra malinconia ed esaltazione, soprattutto per quattro accordi elettrici e un buon bicchiere in compagnia. E l'ipocondria, quasi sempre compagna di strada.
    Ma, oscillando tra incertezze e speranze, alla fine, si va.
    Un abbraccio e buona estate, Riccardo. :)

    RispondiElimina
  4. rif. Linda
    Ciao, Linda.
    Siamo della stessa "razza", per così dire; e francamente, non ne dubitavo!
    E' vero, però: alla fine, come scrivi, si va. In qualche modo, ma si va.
    Tuttavia, come dire? Mai più senza alabarda...
    Abbraccio e buona estate anche a te.

    RispondiElimina
  5. "Siate affamati e folli"... e calmi! l'importante è non fermarsi, non esaurirsi, non perdere il contatto, non mollare! La follia non è dunque la pazzia ammalata ma quella che sa viaggiare nonostante tutto (e chi è ingrassato non ce la può fare, come tu con Giacomo ci dici). Ciauz!

    RispondiElimina
  6. rif. alicemate
    Soprattutto, non ce la può e fare e non deve!, chi si è ingrassato del sangue dei poveri, degli emarginati, dei disperati di ogni epoca, Paese e cultura...
    Questo il senso del versetto del buon Giacomino.
    Buona domenica ed a presto!

    RispondiElimina
  7. Buongiorno Riccardo, ... raro che riesco commentare, ma leggerti e bello ...
    Stamattina niente Mozart piaciuttissima ... la finale poi ... si fantastico! e cosi questo tuo pensiero mi piace a far volare! perchè ....

    "Il rispetto per il prossimo e per tutto il creato è
    fondamentale per un condotta degna, giusta e
    onesta; per una condotta da esseri umani veri."

    Buon risveglio a tutti! Lisa

    RispondiElimina
  8. rif. E Lisa
    Buongiorno Elisa: sono sicuro che puoi commentare tranquillamente, non c'è problema!
    Passerò prima possibile sul tuo blog... promesso!
    E veramente, il rispetto per il prossimo è fondamentale; purtroppo, troppe volte ce lo dimentichiamo....
    Buona giornata a te ed a tutti!!!

    RispondiElimina

.
Al fine di evitare lo spam, I Vostri graditi commenti saranno pubblicati previa autorizzazione da parte dell'amministratore del Blog. Grazie.
.