I commenti sono ovviamente graditi. Per leggerli cliccate sul titolo dell'articolo(post) di vostro interesse. Per scrivere(postare,pubblicare) un commento relativo all'articolo cliccate sulla voce commenti in calce al medesimo. Per un messaggio generico o un saluto al volo firmate il libro degli ospiti (guest book) dove sarete benvenuti. Buona lettura


lunedì 2 giugno 2014

Cronaca di un simpatico pomeriggio


In questo momento sono le 16.45 del 21 ottobre 2013; quindi sono passati 51 anni dalla mia irruzione in this world, insomma in questo mondo.
Sono comodamente assiso sul 19 (un bus ultramoderno) e viaggio in compagnia del Bue Muto e della Vecchia Signora, destinazione Quartu S. Elena.
Farei a meno dell'aria condizionata ma visto che a Kalaris, Caller, Kar-El, Casteddu, insomma Cagliari stiamo ancora andando al mare, penso che vada bene anche l'aria complessata; pardon, condizionata...
Non so se la Vecchia Signora ed il Bue Muto accetteranno di farsi mettere alla porta, ma in questo periodo ho altro ed altri per la testa.
Per esempio (o come dicono i Tedeutschi, zumspiel) rimettere mano a quel libro di filosofia che secondo me, vorrebbe farsi finire di scrivere.
Oppure comprarmi una bicicletta, o clettabici che dir si voglia.
O anche cercarmi una nuova casa editrice... visto che la vecchia ha chiuso.
Soprattutto, cucinare quella cena medievale di cui parlo invano da tanti, troppi anni.
Insomma, la Alte Dame ed il Bue Muto dovranno aver pazienza... come dicevano le belve ai cristiani mentre li divoravano.
La serata non è più calda ma è ancora tiepida. Signor autista, perchè non spegne la maledetta aria condizionata? Sento un freddino...
Mi ricordo della visita alla Grande Diga (Groet Dam, in olandese?) di Volendam. Si trattava di Volendam, ja? Devo chiederlo a mia moglie, lei lo ricorderà senz'altro.
Ah: non devo dimenticare, a giugno, di presentare le domande di supplenza.
Ora una piccola pausa, ladies and gentleman: sto per arrivare a Quartu, devo prepararmi per scendere dal bus... conservare la penna, il quaderno, rimettermi gli occhiali ecc. A tra poco, non cambiate blog.
Rieccomi!
Sapete che la Vecchia ed il Bue hanno hanno fatto un sacco di storie, per scendere dal pulmo? Ho dovuto prenderli a calci.
In biblio (teca) la bibliotecaria aveva in mano dei cd dei … Kiss! Volevo chiederle. “Ah, segue anche lei i Kiss?”
Ma non ne ho avuto il coraggio.
Così ho preso in prestito qualcosa sulla Germania di Nicolao Merker e sono scappato via mentre la Vecchia Signora si è staccata una gamba di legno (o di ferro) e brandendo quella ha iniziato a rincorrermi fino alla fermata del QS.
Il Bue Muto, invece, muggiva in latino!
Uno scandalo, amici miei... una vergogna, amiche mie!
Comunque la serata è ancora molto tiepida e mi sto immettendo in un viale Marconi inondato di sole ottobrino ed appena velato da un leggero pulviscolo... o forse, si tratta di una delicata nebbiolina.
Sono le 17.53 del 21 ottobre 2013 ed anche se leggerete questo pezzo con mesi di ritardo, sappiate che son contento.
Un salutone a tutte voi ed
a tutti voi!



6 commenti:

  1. Un sogno? La traccia per un romanzo? Pensieri a ruota libera? Un compleanno spensierato? Comunque sia, un pezzo davvero carino. :)
    Un saluto e buona giornata, Linda

    RispondiElimina
  2. rif. Linda
    La risposta esatta (che però non esclude del tutto le altre) è: "Pensieri a ruota libera."
    (Il mio compleanno è/sarà il 22 luglio).
    Grazie per aver apprezzato il pezzo!
    In ogni caso, era da un po' che non pubblicavo qualcosa di leggero.
    Un saluto e buona giornata anche a te.

    P.s.: mattiniera, eh?!

    RispondiElimina
  3. Mi sono divertita nella lettura di questi "pensieri a ruota libera" come ha osservato Linda.
    In fondo è così che trascorriamo i nostri giorni, guardandoci attorno, impregnandoci di piccole e grandi osservazioni, sono i gesti, le espressioni, il clima, il mare, le cose da fare, sono tutti elementi che compongono i nostri attimi, attimi che hai condiviso con simpatica ironia e buon umore nonostante le cose da fare o ricordare, ingredienti indispensabili in questo nostro esserci ..nel bus

    RispondiElimina
  4. rif. alessandra
    Beh, è senz'altro una buona cosa regalare un po' di buonumore e di divertimento a chi ci legge!
    Molte volte, si possono ricavare pensieri e sensazioni interessanti e "sdrammatizzanti" anche da un semplice viaggetto sul bus... a bordo del quale si incontra un'umanità davvero molto varia; per così dire condita anche dalle nostre riflessioni.
    Buona domenica e grazie per i tuoi (ben) 3 commenti,
    Salutone!

    RispondiElimina
  5. Una cronaca di viaggio ricca di humor e pensieri ..spensierati.E non importa che il viaggio sia lungo o di poche fermate di autobus,perché la varia umanità che si incontra basta a riempire pensieri e pagine di un ideale diario di viaggio.Ciao

    RispondiElimina
  6. rif. chicchina
    Grazie per aver apprezzato!
    Effettivamente, ogni volta che prendo l'autobus (e lo prendo spesso, dato che non guido) incontro persone incredibili.
    Chissà, forse perché Cagliari ed il suo circondario sono... circondati da persone davvero particolari.
    Qualche tempo fa un mio conoscente ha scritto un libro che si intitolava "Sa cittadi de is maccus" ("La città dei pazzi")!
    Salutone!

    RispondiElimina

.
Al fine di evitare lo spam, I Vostri graditi commenti saranno pubblicati previa autorizzazione da parte dell'amministratore del Blog. Grazie.
.