I commenti sono ovviamente graditi. Per leggerli cliccate sul titolo dell'articolo(post) di vostro interesse. Per scrivere(postare,pubblicare) un commento relativo all'articolo cliccate sulla voce commenti in calce al medesimo. Per un messaggio generico o un saluto al volo firmate il libro degli ospiti (guest book) dove sarete benvenuti. Buona lettura


lunedì 14 dicembre 2009

Tra me, voi e Babbo Natale


Per Natale vorrei per me e per tutti 4 cose, che cito solo in ordine alfabetico perché penso che siano collegate tra loro; nessuna di queste, quindi, è più importante delle altre.
Sono: amore, giustizia, lavoro e pace. Spesso, quando manca anche solo una di queste mancano anche molte delle altre.
Per es., come possono trovare pace i familiari e gli amici delle vittime di piazza Fontana quando dopo 40 anni non si sono ancora trovati i mandanti? Se manca la giustizia può esserci la pace pubblica (benchè a stento) ma come minimo manca quella interiore.
Mancando il lavoro manca anche la giustizia; è ingiusto che gli esseri umani non abbiano il lavoro… che significa pane… per loro questa è una condanna a morte, anche se indiretta.
Quando non c’è pace non c’è neanche amore, benché esso possa esistere nel rapporto di coppia.
Ma perfino quell’amore finisce per essere vissuto male, quando manchi la pace sociale… che deriva dalla giustizia e dal lavoro.
E così via.
Ma oggi voglio parlarvi di cose terra-terra; intendo parlarvi dei pacchetti che mi piacerebbe trovare sotto l’albero.
Dunque… Streets of New York di Willie Nile. Il buon Guglielmino fa dell’ottimo rock e sempre di Willie apprezzerei anche Live form the streets of New York.
Poi, Come azzeccare i cavalli giusti di Charles Bukowski, un libro che raccoglie degli interventi anche saggistici (naturalmente nel particolarissimo stile del Nostro).
Una bottiglia di wiskey scozzese o irlandese, di quello conservato in botti di torba.
In un altro pacchetto vorrei trovare, ovviamente defunti, i dolorini che mi stanno perseguitando il piede da una ventina di giorni.
Sarebbe un bel colpo se trovassi anche il film Cinque pezzi facili, con Jack Nicholson, una pompetta per il pallone da calcio, la 30/a canzone del re dei bluesmen Robert Johnson ed un disco dei Blasters.
Infine le Retractationes di S. Agostino. Poco prima della morte, Agostino si volse indietro a ritrattare quelli che considerava gli errori contenuti nelle sue precedenti opere. Una grande dimostrazione di umiltà ed anche di metodo filosofico.
Ma ora basta così altrimenti, come direbbe mia moglie riattacco con la filosofia e faccio crescere la barba a tutti quanti!
In ogni caso, i miei desideri per Natale dovranno rimanere tra me, voi e Babbo Natale: il Santa Klaus più grande del mondo.
E voi che cosa chiedete, a Babbo Natale?



68 commenti:

  1. Ohibò, carò Riccardo...non è che chiedi poche cose eh!
    Voglio dire, siamo sicuri di essere stati così buoni da meritarsi addirittura una bottiglia di whisky scozzese invecchiato nelle botti di torba?
    Ohibò, ohibò...intanto per il tuo piede prova con il balsamo di tigre...altrimenti vedremo cosa si potrà fare il 25!

    RispondiElimina
  2. rif. babbonatale
    Caro Babbo Natale, a dire il vero mi basterebbe una sola delle cose che chiedo.
    Anche perchè, lo riconosco, forse non sono stato così buono.
    Il balsamo di tigre... umh, potrebbe essere un'idea. L'avevo provato una volta per una spalla ed aveva funzionato.
    Ciao e... non dimenticarti di me!

    RispondiElimina
  3. Bellissimo post, ancora più bello se si potesse avverare, amore giustizia lavoro e pace, cose ovvie da poter avere ma invece...E che dire dei familiari delle vittime di Piazza Fontana che oltre aver perso i propri cari, oltre a non saper ancora nulla hanno dovuto anche sopportare la vergogna di ciò che è successo sabato a Milano! E il lavoro? Meno male che l'Italia è una repubblica fondata sul lavoro. Quando avremo giustizia e lavoro avremo sicuramente amore e pace. Ma penso che per questo Natale ti andrà male se aspetti questi regali! Ciao.

    RispondiElimina
  4. Ciao Riccardo, finalmente posso entrare in questo tuo blog.Facevo un poco di fatica ad entrarci dalla scorciatoia che prendevo,(da come ho saputo ) visto che li c`era un piccolo sbaglio sul tuo nome che cliccavo. comunque sia, penso che solo dopo le feste natalizie approfondirò ogni tanto la mia lettura qui da te, visto tutto quello che scrivi é anche la lunghezza degli scritti. :-) Ma da quello che ho potuto già leggere, mi sembra molto interessante e simpatico il tutto.
    Più maturano le persone e più aumenta la voglia di essere coccolato e di ricevere regali. I tuoi desidere poi.... :) spero che tu abbia molti amici é parenti. :)
    Io quest`Anno a Nikolaus chiederò che, dopo aver cresciuto 3 figli da sola, ora che sono finalmente flessibile, di farmi trovare finalmente un lavoro. Un lavoro che mi dia finalmente la possibilità di arrivare fino a quasi la fine del mese, e di poter anche io ogni tanto permettermi un cinema o un musical oppure...oppure...oppure.
    I miei più sentiti Auguri a tutti.
    Auguro a tutti gioiosi giorni Natalizi.

    RispondiElimina
  5. Non ci crederai mai io ho sia del wiskey scozzese torbato, sia quello irlandese , sempre torbato...souvenir di viaggi in scozia e in irlanda ( ahia, oggi non si deve pronunciare questa parola! ). Son lì in attesa di invecchiamento cronico ( mio marito se li era portati a casa, ma poi ha scoperto che il 'torbato' non gli piace). Dunque possiamo fare un equo cambio: io ti mando le suddette bottiglie e tu mi presti la tua casa in sardegna per il mese di agosto( sei sul mare , si???).

    RispondiElimina
  6. Caro Riccardo..io a Babbo Natale chiedo di darmi la salute per riuscire, un bel giorno, a vedere un mondo dove regnino quelle 4 cose che hai citato tu..........

    RispondiElimina
  7. Chissà perchè, anche io sono d'accordo con Babbo Natale. Non avrai chiesto un pò troppe cose? Per il piedino bé oltre al balsamo della tigre c'é anche la psicosomatica...pensa un pochino, hai per caso un pò di difficoltà ad andare avanti nella vita? Fai un piccolo esamino...magari il dolore passa da solo. E per whisky scozzese invecchiato nelle botti di torba, potresti anche accontentarti di un buon whisky di ottima distillazione. E tutto il resto...abbi fede, se sei stato buono, arriverà, te lo assicuro, perché chi ha orecchie da intendere...
    Ciao e a presto

    RispondiElimina
  8. Per il piede al balsamo di tigre io aggiungerei un paio di scarpe morbide, allacciate o comunque ben accollate, con suola flessibile, ed una radiografia che possa confermare o meno la bontà dei consigli di cui sopra.
    Anni fa, ormai quasi claudicante a causa di una calzatura inappropriata, con questi piccoli accorgimenti riuscii a risolvere il mio problema.
    (per fortuna non diedi ascolto a chi mi consigliava i gambaletti elastici che, bloccando la circolazione, probabilmente avrebbero sortito effetti disastrosi :roll:

    RispondiElimina
  9. rif. mariacristina
    Grazie, Mariacristina.
    Purtroppo, la crisi economica, morale e sociale che sta devastando il Paese confinerà ancora per molto tempo questo post nel mondo dei sogni.
    Eppure, perché non sognare?
    Ma come ho cercato di dimostrare nella 1/a parte del post, amore, giustizia, lavoro e pace sono strettamente intrecciate.
    Certo, come dici anche tu, “quando avremo giustizia e lavoro avremo sicuramente amore e pace.”
    Ci vorranno moltissimi Natali, lo so.
    Ma secondo me prima o poi… Se lasciamo infatti che uccidano in noi anche la speranza, è finita.
    Ciao.

    RispondiElimina
  10. rif. un tocco di rosa
    Benvenuta, Rosa!
    Passa qui pure quando vuoi, la porta di questo ideale caminetto è sempre aperta.
    Ti ringrazio per le belle parole ed inoltre, da come scrivi vedo che tu sei senz’altro più interessante e simpatica dei miei post.
    Quanto ai regali… io ne butto lì 6 o 7 sperando di riceverne almeno uno!
    Circa il lavoro ti capisco perfettamente…
    Inoltre, la tua condizione di mamma che ha dovuto in effetti fare tutto da sola non deve certo esser stata facile…
    Caro auguri di buon Natale a te and sons.

    RispondiElimina
  11. rif. aleph
    Perché “oggi non si deve pronunciare la parola Irlanda”?
    Emh, saranno cose personali, meglio soprassedere…
    Quanto all’”equo scambio”… umh, non mi sembra tanto equo, furbona!
    Potrebbe esserlo se prestassi a me ed alla mia pazza e meravigliosa famiglia una tua casa in Scozia o in Irlanda!!!

    RispondiElimina
  12. rif nadiaflavio
    Allora penso che io, te ed il resto del mondo avremo bisogno di molta, moltissima salute.
    Infatti quelle 4 cose sono davvero difficili da trovare.
    E da mantenere.
    Ma chi cerca…

    RispondiElimina
  13. rif. maga di endor
    Mah, più che richieste sono desideri; mettiamola così!
    Il piede… ecco, difficoltà ne abbiamo tutti, nella vita. Non saprei.
    Penso che la soluzione sia più semplice, quasi banale: non dovrei forzare nella corsa quando rimango molto tempo senza correre.
    Il fatto è che correre mi piace troppo!
    Per il wiskey e le altre cose… staremo a vedere…

    RispondiElimina
  14. rif. rosamaria
    Ottimi consigli, Rosamaria.
    In effetti, sto cercando di trovare il tempo per “restaurarmi.”
    Comunque, mi pare che il peggio sia già passato da solo. In un’altra vita devo esser stato un vecchio contadino o al limite, quasi giovane.
    Un caro saluto!
    P.s.: che cosa significa “roll”?
    E “lol”? Lo trovo spesso, nei blog. Lo scrivono anche a me ma non so che piffero rispondere. Che sia di nuovo la storia del contadino?

    RispondiElimina
  15. roll vuol dire sguardo fortemente dubbioso.
    P.S. Quando ti decidi a passare a wordpress, che mette delle faccine spiritosissime?

    RispondiElimina
  16. rif. rosamaria
    Roll... ho capito.
    Ma allora, rock and roll? Sarebbe un rock dubbioso?
    No, scherzo!
    Quanto a wordpress e faccine... mah, non mi vanno molto.
    Se le usano gli altri sì, ma io preferisco uno stile come dire?, più monastico.
    Ciao.

    RispondiElimina
  17. LOL= Laugh out loud
    Ridere moltissimo, fragorosamente.

    Non voglio fare la maestrina, lo so perchè vivo in Oz e i miei amici lo usano spesissimo quando mi scrivono. Ti sarebbe bastasta comunque una velocissima ricerca su google :-)

    A quello str...ops, scusa eh. Dicevo, a quel buon uomo ( anche se ad andare in giro conciato in quel modo ci vuole coraggio) d Babbo Natale io non chiedo più nulla.
    Mi son stancata di aspettare regali da lui. Sto imparando a trovarli da me, dentro di me e nelle persone che mi circondano.

    Il regalo più grande ci è stato dato dagli insegnamenti che ci ha lasciato quell'Uomo che festeggia il suo compleanno il 25.

    La storia di "Magdalene" è un pugno allo stomaco, come quello che si legge nel protocollo Ryan.
    Se fai una ricerca troverai varie testimonianze e stralci di brani del protocollo.
    E' un esempio di come siamo riusciti a storpiare le parole d'amore di Cristo ( anche se leggendo Steiner, dò un altro significato ai vangeli)dando alla Chiesa dei poteri inauditi.
    Si sapeva, si è sempre saputo cosa facevano a quei bimbi, il vaticano ha sempre messo tutto a tacere, annegandolo nel silenzio e ha consentito che le violenze continuassero. Impunite. E impunite resteranno, ci puoi scommettere.
    Questo nella cattolicissima Irlanda dei focolarini.
    Nel 2002 ho visitato uno di quegli istituti, in un viaggio in Irlanda che mi ha regalato tantissime cose.

    Ho scritto un poema, scusa volevo essere lieve. Non ci sono riuscita

    RispondiElimina
  18. rif. angel
    Welcome, Angel!
    Grazie per il chirimento su "lol." Avrei potuto fare una ricerca ma rimandavo sempre. Pigrizia o forse, interesse insufficiente.
    Circa Babbo Natale... porello, trattarlo così!
    Comunque concordo sulla preminenza che dai a "quell'Uomo." Forse, come scrisse Nietzche "c'è stato un solo cristiano ed è morto sulla croce."
    Ho fatto alcune ricerche e ho trovato anch'io cose sconvolgenti su realtà come quelle denunciate in "Magdalene."
    Se poi leggi il romanzo di Garibaldi "Clelia", a cura di Riccardo Uccheddu, Davide Zedda Editore, Cagliari 2008, vedrai che nell'800 queste realtà esistevano anche da noi.
    Non scusarti per la lunghezza: assolutamente!
    Magari scusa tu l'auto-citazione per il libro in cui compaio come Autore di una introduzione.
    Ciao

    RispondiElimina
  19. Riccardo!
    Ma sei impazzito!???Auahahahahah :D
    Così Babbo Natale impazzisce!non ci è più abituato a queste richieste!

    RispondiElimina
  20. rif. guernica
    Perchè non ci è più abituato?
    Sono richieste abbastanza normali... dischi rock, libri di filosofia e di scrittori antoconformisti, wiskey, pompette per palloni da calcio...
    Besos!

    RispondiElimina
  21. ma di questo post ne hai inviata copia anche ai parenti e amici???? ...giusto per sapere, sai magari Babbo non riesce a far tutto! :-)

    in merito a wiskey scozzesi o irlandesi ...avrei sognato più in grande: magari un viaggetto con degustazione????? ho presente una visita a Bushmills - Irlanda del Nord - se ci penso!!! ...assaggini alcolici al mattino! :-)))

    A Babbo Natale quest'anno non chiedo proprio niente. Troppi sogni e desideri ...qualcuno arriverà.
    Quelli che hai elencato per tutti sono anche i miei.

    un abbraccio!!!
    Ale

    RispondiElimina
  22. rif. alessandra
    Beh, se qualcuno dà una manina, al caro Babbo Natale... anche perchè diciamo la verità, l'età c'è!
    Degustazione nella terra delle fate e dei folletti? Magari magari magari!
    Se un giorno mi riesce di diventare uno scrittore famoso, chissà che non possa realizzare quel sogno.
    Per il resto, speriamo almeno che non scoppi qualche altra maledetta guerra... benchè se ne combattano ogni giorno tante di cui probabilmente non sappiamo niente.
    Abbraccio anche da me!!!

    RispondiElimina
  23. Mi verrebbe spontaneo un Damiani! O ancor meglio un po' di serenità per tutti...
    Ma sono al momento utopistici entrambi, soprattutto il secondo.


    I tuoi desideri sono più realizzabili e direi anche raffinati.


    P.S.
    Il saluto che ti avevo lasciato al post precedente era solo un pensiero che lascio quando non ci sono nuovi post. Non aveva altri reconditi motivi.
    Ciao

    RispondiElimina
  24. Io a Babbo Natale chiederei di liberarci da questo governo. Visto che è pure rosso e ha la barba come Marx. Dici che è un po' troppo?

    RispondiElimina
  25. rif. nicole
    Damiani nel senso di S.Pier Damiani o di Damiani il regista?
    Sono contento che tu trovi i miei desideri "più realizzabili" e "anche più raffinati", ma penso che senza la serenità a cui alludi, siano impossibili.
    Insomma, non è che scherzino neanche loro, in quanto ad utopia!
    Avevo capito l'intenzione del tuo saluto, non preoccuparti!
    Anzi, scusami per non aver risposto; si torna al discorso della serenità...
    Ciao

    RispondiElimina
  26. rif. matteo
    Possiamo sognare; almeno a Natale.
    Così, esprimo senz'altro la mia personale condanna per l'attacco subito dal premier. Auspico poi che possiamo avere un finale come nel "Canto di Natale" di Dickens.
    All'opera del romanziere inglese apporterei una "piccola" aggiunta: i vari Scrooge, ormai diventati (o ri-diventati) umani, cedono tutte le loro ricchezze ai lavoratori, ai precari, ai disoccupati, agli immigrati e si dedicano alla ricerca del Regno dei cieli.
    Del resto, come leggiamo nel tuo omonimo (19,21) Gesù disse al giovane ricco: "Se vuoi essere perfetto,, va', vendi quello che possiedi, dallo ai poveri e avrai un tesoro nel cielo; poi vieni e seguimi."
    Chi vuol essere perfetto, dovrebbe fare così.
    Naturalmente questo vale per chi ha tanto, tantissimo, non per noi che a stento sbarchiamo il lunario.

    RispondiElimina
  27. Buon giorno! volevo solo dirti che sei sempre molto carino con tutti. Hai sempre una parola da spendere per i tuoi 'affezionati'. E per la tua bontà credo proprio che quest'anno, Babbo Natale farà senza dubbio uno sforzino in più, per esaudire i tuoi desideri. Certo, si va sul personale, perché la Pace é un discorso troppo ampio e implica troppi fattori importanti quali l'amore verso il prossimo 'incondizionato', 'l'accetazione', 'il perdono', l'umiltà e tant'altro. Allora si riesce a vedere tutto in maniera più equa e giusta, e il resto va da se. Come l'effetto domino...Ma c'é tra le persone che stanno hai vertici, chi é disposto per primo a perdonare, ad accettare, ad essere umile...?
    Scusa, ma mi sto dilungando troppo, il discorso é molto bello e se visto con gli occhi di un credente (più buddista che cristiano), assume una dimensione Universale.
    Ti auguro buone Feste a te e alla tua famiglia
    a presto, sempre interessantissima ai tuoi post

    RispondiElimina
  28. rif. maga di endor
    Ringrazio per le belle parole che hai per me.
    Cerco di parlare di me stesso ma nello stesso tempo, mi piace mantenere un "filo" anche con gli altri.
    Questo, a... prescindere da eventuali ricompense, naturalmente.
    Il discorso-pace è in effetti piuttosto complicato e va inquadrato sotto vari punti di vista (relativi quindi a diverse filosofie e religioni, analisi e critiche sociali, economiche, politiche ecc.) e deve per sua natura estendersi ad ambiti davvero universali, come scrivi.
    Contraccambio gli auguri e grazie ancora per la stima.

    RispondiElimina
  29. Mi riferivo alla richiesta di amore, giustizia, lavoro e pace!:)
    ...Di solito credo che ormai si chiedano soldi e potere!eheheh

    RispondiElimina
  30. rif. guernica
    Beh, allora siamo senz'altro d'accordo. Totalmente d'accordo.
    Voglio dire che lo siamo anche su questo, come su tante altre cose.
    Ciao!

    RispondiElimina
  31. Introduzione del tuo post assolutamente condivisibile e purtroppo vera. Oggi molti di quei 4 ingredienti per avere una vita serena mancano; a volte perfino tutti e 4.

    E vedere vite che non possono respirare aria vera, speranze e la possibilità di vivere avendo questi elementi con sé, fa male.

    RispondiElimina
  32. rif. daniele verzetti il rockpoeta
    Si cerca di fare di tutto per arrivare ad avere almeno uno di quegli "ingredienti."
    Anche se sono davvero convinto che siano tutti intrecciati tra loro.
    Speriamo...
    E come diceva Gramsci: "Pessimismo della ragione, ottimismo della volontà."

    RispondiElimina
  33. Ohibò! Quanto lavoro da sbrigare! Dunque vediamo se ho scritto tutto:
    Tocco di Rosa un lavoro;
    Nadia di Flavio la salute;
    Angel... oh oh oh che carina non vuole niente;
    Matteo, ohiboh devo liberarlo dal governo ... io? bah bah...
    e poi dunque Giustizia, Amore e Pace un po' per tutti.
    Vorrei rassicurarvi, specialmente Guernica, e tu Riccardo, che nonostante la mia esuberante età, me la cavo ancora molto bene. Ho lavorato tutto l'anno con i miei amici elfi, a creare nuovi giocattoli di legno, colorarli ed impacchettarli. Con tanto di filo argentato.
    Direi inoltre, che se anche io forse "non tutto posso", come mi ricorda Alessandra, molto potreste fare da soli voi uomini.
    Pace e giustizia dipende da voi.
    Io posso solo farvi riflettere sui vostri desideri e regalare sogni argentati a chi crede in me.
    Ci vediamo il 25, ma solo se vorrete.

    RispondiElimina
  34. "Bedda matri riccardo adesso che ho letto il tuo post i miei programmi cambiano !
    E tutto perchè mi sei simpatico e mi spiacerebbe vederti deluso,proprio a natale,poi!!! ;)


    " Caro babbo natale,
    quest'anno non voglio nessun regalo da te,quest'anno faro la trasgressiva.
    Quest'anno ti regalerò io una cosa molto preziosa!
    Non no nn è la pietra filosofale,ma di più è qualcosa di cui si è perso il valore: un vocabolario!

    Ti servirà proprio tra pochi giorni.
    Vedi c'è un bambino cresciutello che abita nella blogopalla che ti ha chiesto in dono 4 parole.
    Se non ricevesse il suo regalo sarebbe molto deluso.
    Lui è ingenuo,non ha minimamente sospettato che forse tu non potresti esaudire il suo desiderio solo perchè non ne conosci il significato.
    E lo capisco non solo sono termini arcaici,ma proprio in disuso da noi.

    Sai nella nostra terra-palla abbiamo il vizio di usare poche parole con significati personalizzati,ognuno può scegliere il significato che vuole per sè.
    Nella migliore delle ipotesi questo crea confusione.....ma di sicuro ignoranza ed arroganza.

    Quindi babbo natale io ti spedisco questo regalo e tu prova ad esaudire i regali di riccardo....a me basta l'emozione di leggere che ancora qualcuno ci crede.
    Grazie.
    DESA"

    RispondiElimina
  35. "caro babbo natale,
    sono di nuovo io,Desa.
    Mi sono appena riletta...ecco ho scritto malissimo,rimando a questo fine settimana la spedizione del vocabolario,dati i miei errori ortografici...mi sa che una letturina male nn mi fa.
    Per il resto tutto confermato.
    Grazie."

    RispondiElimina
  36. rif. babbonatale
    Hai scritto tutto, caro Babbo Natale, no problem.
    Inoltre, non dubito delle tue capacità lavorative, non l’ho mai fatto.
    E non dico questo, credimi, solo per i regali.
    Concordo pienamente sul fatto che molto potremmo (e dovremmo) fare noi uomini.
    Spesso non ci diamo abbastanza da fare… e faccio parte anch’io di questi inadempienti. Non cerco scuse.
    Però cerco di combinare quel che posso. Il che è pur sempre qualcosa… spero.
    Perciò, per quanto riguarda me, vediamoci, il 25!

    RispondiElimina
  37. rif. desaparecida
    Ciao, Desa!
    Regalare un dizionario a Babbo Natale?
    Io avrei un’idea migliore: regalare una dispensa (ma non di generi alimentari) a chi usa quelle 4 parole “con significati personalizzati.”
    Così, torniamo quindi all’idea già illustrata da B. Natale: darci da fare anche noi uomini, per portare sulla Terra amore, giustizia, lavoro e pace.
    Penso che su questo Babbo abbia proprio ragione e che la pensi così anche tu… bedda matri!
    P.S.: errori grammaticali, imprecisioni o simili… tuoi? Non me ne ero neanche accorto!
    A presto!

    RispondiElimina
  38. rif. desaparecida
    Rileggo i tuoi commenti di ieri, cara Desa e... non trovo in te alcuna colpa!
    Scherzi a parte, poche minuzie non giustificano tanta severità verso te stessa.
    Concentriamoci sulle cose importanti!
    Buona giornata.

    RispondiElimina
  39. Caro Riccardo il tuo post è ben più complesso di quanto appaia, sai? O almeno così è per me.
    Sì perché parti da un concetto semplice e fondamentale di amore-giustizia-lavoro-pace, per virare poi sui doni "terra terra" (ma anche no) che vorresti trovare, sino ad allargarti in curva, addirittura su S.Agostino.
    F a n t a s t i c o! Bello davvero come riesci ad elaborare e mescolare caratteri apparentemente disomogenei, facendoli diventare un unico ingrediente.
    Personalmente non voglio appesantire Babbo Natale con altre piccole e grandi richieste, sono fermamente convinta che tutto ciò che dai in qualche modo, sotto altre forme, per vie diverse ed inaspettate, poi lo ricevi anche.
    Sono quei doni "circolari" fatti anche solo di pensieri, di piccoli gesti, di parole, di scambi che, scaldano, riempiono ed alimentano la nostra vita. Un abbraccio.

    RispondiElimina
  40. rif. 2elle
    Cara Elle, sono contento che trovi il post complesso
    Contento perchè tu parli di una complessità che cerco di non rendere artificiosa.
    E so che tu apprezzi questo.
    Del resto, sono davvero convinto che la vita ed i valori morali e sociali siano piuttosto intrecciati.... così come noi lo siamo al nostro cuore ed al nostro passato-presente-futuro.
    Per non parlare dei sentimenti!
    Un abbraccio e presto da te!

    RispondiElimina
  41. Ohibò carissima Desaparecida,
    casaomai fosse regalami un dizionario dall'italiano al Finlandese! ahahaha !
    Comunque il nostro gentile padrone di casa per Natale troverà probabilmente le sue 4 parole. Forse basterà saperle cercare...nella blogopalla!
    p.s. Sto incontrando invece ancora grossi problemi per il whisky torbato...ohibò...

    RispondiElimina
  42. rif. babbonatale
    Spero davvero di trovare quelle 4 parole.
    E confido nel tuo aiuto oltre che (repetita iuvant) nel mio ed in quello degli uomini.
    Circa il whisky (ed anche le altre cose): in fondo, la lista è indicativa.
    Per es., se non trovi quel tipo di whisky, va bene anche una buona acquavite sarda.
    Non stressarti eccessivamente, ok?

    RispondiElimina
  43. Io, più che a Babbo Natale, chiederò a Gesù Bambino che tutti i cuori siano pronti all'accoglienza e al rispetto dell'altro: musulmano, induista, protestante, rumeno, albanese, povero, abbandonato, sofferente, omosessuale, transessuale.
    Caro Riccardo, auguro a te e alla tua famiglia un avvolgente Natale di amore vero, tangibile, concreto.
    Un abbraccio. Sonia.

    RispondiElimina
  44. rif. soniaognibene
    Ciao, Sonia.
    Sottoscrivo senz'altro la tua richiesta.
    C'è davvero bisogno di sentirci e di comportarci l'un l'altro come amici, se non come fratelli.
    Le varie differenze culturali, politiche, religiose ecc. non devono essere percepite come muri bensì come ponti per la conoscenza e l'accoglienza dell'altro.
    Nell'XI secolo l'inglese Adelardo di Bath disse: "Ho imparato a ragionare dai maestri arabi."
    Auguro anche a te, ai tuoi amici e familiari lo stesso bel Natale che tu auguri a me ed alla mia famiglia.
    Un abbraccio e... a presto!

    RispondiElimina
  45. usciti i link per prendere i llbro! olèèè!
    chi vuole,partecipi all'esperiemento di marketing sul mio blog! basta copiare il post sul proprio blog!

    RispondiElimina
  46. rif. tania 01
    Benissimo, Tania.
    Inoltre, presto ti farò sapere che cosa penso di quelle 2 pagine.

    RispondiElimina
  47. Grazie Riccardo, ti ho risposto anche sul mio blog :-D
    Volevo chiederti un cosa: la mail che sta sul sito è privata oppure altri (redazione si legge) si occupano della tua posta elettronica?
    Te lo chiedo perché ho necssità di scriverti privatamente... non preoccuparti: nulla di illecito o strano.
    Ciao

    RispondiElimina
  48. Salute, lavoro, pace, giustizia, solidarietà.... se potessimo avere tutte queste cose non saremmo su questa Terra ma nel paradiso terrestre!
    Ma tanto per passare dal serio al faceto, dimmi tu, piuttosto, sei andato a leggere la lista delle cose che tuoi bimbi hanno chiesto a Babbo Natale? Mi sa che saranno dolori per te!:D

    RispondiElimina
  49. Ecco se avessi quella borsetta che mi piace tanto, quella che costa come una macchinetta di seconda mano, quella di fronte alla quale sto appoggiando il naso alla vetrina da almeno due mesi ... ecco... allora sì che sarei contenta e non chiederei più niente.

    RispondiElimina
  50. Certo che, a pensarci bene, non sarebbe male abbinarci un bel paio di scarpe...

    RispondiElimina
  51. io chiedo per Natale, il disarmo totale, almeno 10 paia di Manolo Blanich,la cura per l'aids,un abito di Valentino rosso fuoco, un accordo sulle emissioni di gas serra veramente significativo con relativi aiuti reali ai paesi in difficoltà,e dato che ci sono un attico a Manhattan....

    RispondiElimina
  52. Se permetti, mi aggrego alle tue quattro richieste. E poi chiedo serenità per noi tutti. Sai da ragazza questo augurio, di serenità, non lo capivo proprio...pensavo "Ma non è meglio augurare un nuovo amore? un colpo di fortuna? un anno di euforia". Ma ora, che non sono più ragazza, ribadisco: serenità. Serenità per tutti. Se Puoi, grazie Santa.

    RispondiElimina
  53. rif. ornella
    E’ vero, forse è molto utopistico.
    Ma io penso che tutto questo sia comunque un ideale a cui dobbiamo tendere sempre. Tutti.
    Anche l’abolizione della schiavitù sembrava impossibile ed invece…
    La lista. Eh, in effetti ho dovuto imparare i nomi di personaggi che sembravano medicine marziane!
    Un caro saluto.

    RispondiElimina
  54. rif. la strega
    Benvenuta!
    Ora, borsetta e scarpe.
    Beh, tutto sommato ti accontenti di poco.
    Ricordati però che come a Natale “si può dare” di più, si può anche ricevere di più.
    Ed anche chiedere.
    Che cosa ne pensi?

    RispondiElimina
  55. rif. calendula
    Bentornata, Calè!
    Condivido senz’altro le tue richieste.
    Incondizionatamente.
    Solo, non so che cosa sia “Manolo Blanich.”
    Si tratta forse (scusa l’ignoranza) di occhiali di sole o di qualche nuovo tipo di sandali?
    (Non avevo voglia di guardare su Google).

    RispondiElimina
  56. rif. licia titania
    Permetto, permetto!
    E sono d'accordo con te sulla serenità.
    Da... più giovani pensavamo tutti/e agli amori, ma senza quella, senza la serenità, è difficile anche vivere la dimensione amorosa.
    Sempre più mi convinco di come tutto sia così intrecciato. Talvolta, dolorosamente.

    RispondiElimina
  57. Solo uno spirito disperato può raggiungere la serenità, e per essere disperati bisogna aver molto vissuto e amare ancora il mondo (Blaise Cendrars)

    caro babbo natale... vorrei che la gente imparasse a vivere ed amare con la semplicità della vita!

    BUONE FESTE A TUTTI VOI! lisa

    RispondiElimina
  58. rif. poeslandia
    Mi associo di cuore al tuo augurio, cara Lisa.
    La semplicità è la cosa principale, eppure molte volte è tanto, tanto difficile.
    Buon Natale e buone feste anche a TE!

    RispondiElimina
  59. Ciao, bellissimo post.
    Innanzitutto chiederei di capire fino in fondo Essere e Tempo di Heidegger, ma, per essere più umile, almeno leggerlo anche senza capirlo ma arrivare in fondo!:)))
    Abbiamo gli stessi gusti in fatto di Whisky, cosa ne diresti dell'Ardbeg dell'isola di Islay?
    Vorrei trovare sotto l'albero la formula magica per far leggere quel libro di S.Agostino al portavoce del PdL, ex radicale,affinche si volti davvero indietro almeno una volta e capisca chi l'odio lo semina davvero e chi lo subisce.
    Forse è chiedere troppo....è da molto che non credo a Gesù Bambino. Consoliamoci con delle buone letture e un goccio di Ardbeg.
    Auguri di Buon Natale e felice anno nuovo
    Lorenzo

    RispondiElimina
  60. rif. logos nella nebbia
    Eh, se mi chiedi di capire o di arrivare in fondo a "Essere e tempo" caschi male, amico mio...
    Io ho avuto dei problemi anche con Sartre!!!
    Mi pare d'aver sentito parlare di quell'whisky; penso che comunque, il "torbato" in generale abbia un retrogusto fantastico.
    Su quel tizio che nomini... potremmo forse indicargli qualche scritto sul "servo arbitrio" di Lutero.
    Leggiamo e beviamo senza problemi, ma chissà che quel Bambino (che da ragazzo fece il carpentiere e poi scacciò i mercanti dal Tempio) non ci dia una mano...
    Un caro augurio di Buon Natale e di felice anno nuovo anche a te!
    P.s.: scusa se non passo da molto sul tuo blog: in realtà passo ma non commento perchè scrivi dannatamente bene ed i miei commenti non mi sembrerebbero all'altezza.
    Per es. vorrei parlare di Nick Cave, su cui hai scritto un post molto interessante. Ma lo farò presto.

    RispondiElimina
  61. Bellissimo questo post.....
    lo stamperei e lo incornicerei....sei sempre unico....
    Ti faccio i miei più sentiti auguri, caro Rik...
    e ti invio un abbraccio grande grande!
    Buon Natale!

    RispondiElimina
  62. rif. dark
    Ringrazio di cuore per l'affetto e per la stima, cara Luna.
    Contraccambio gli auguri e l'abbraccio!!!
    Speriamo che questo Natale e questo nuovo anno possano essere migliori degli altri. Per me, per te e per tutti.
    Buon Natale a te!
    P.s.: passo presto da te. Stamattina vado a caccia di libri (forse dirai: lo sospettavo. E infatti...).

    RispondiElimina
  63. Facendoti gli auguri di Natale ti anticipo che sul mio blog da domani sera c'è un piccolo regalino per te.

    RispondiElimina
  64. Condivido i 4 desideri, ma come la mettiamo con l'altra metà dell'umanità?
    Se quei desideri si avverassero, i signori della guerra dichiarerebbero bancarotta e gli eserciti non avrebbero più (o quasi) motivo d'esistere.
    Sarebbe magnifico, ma visto che siamo realisti...esprimo lo stesso desiderio di Matteo ;-))
    PS
    O hai un fratello gemello o tu, nel mese di agosto fai escursioni a Porto Pino. ;-))
    Auguri per il piede, per le bevute...una vernaccia comprata da un contadino a Teulada, invecchiata quanto basta non è male.
    Tina

    RispondiElimina
  65. rif. euterpe
    Contraccambio gli auguri, amigu miu!
    Verrò presto da te; in effetti, manco da troppo tempo.
    Ti anticipo che ho anch'io un regalino, per te e per tutti ifrequentatori del blog...
    Un estratto del mio romanzo, che pubblicherò in post durante la serata.
    Ciao!

    RispondiElimina
  66. rif. tina
    Innanzitutto benvenuta, Tina!
    Mah, come si dice di solito? Mai mettere limiti alla Provvidenza!
    Perciò, auguro di cuore ai signori della guerra di finire in miseria.
    E di mettersi a lavorare onestamente (magari dopo essersi autodenunciati per anni di guerre, pulizie etniche, distruzioni di città, mutilazioni ed altri orrori).
    Non ho un fratello gemello e non faccio escursioni a Porto Pino, ma devo avere qualche cugino che da quello che mi dicono, molti vedono in vari posti. Dovrebbe trattarsi di lui.
    Grazie per auguri e consigli vinicoli, sempre graditissimi.
    Teulada, poi, ricorre per diverse cose... Strano ed interessante che tu ne abbia parlato.
    Salutoni!

    RispondiElimina
  67. @ Riccardo U.

    ;-))
    Ne parlo perchè mio marito è nativo del posto e io sono una patita delle culture locali, il Sulcis è una fucina di tutto, Teulada dista pochissimo da Porto Pino, faccio giri per siti e non solo nuragici...non la conosco come la mia Sicilia, ma non mi fermo solo alla gastronomia. ;-))

    RispondiElimina
  68. rif. tina
    Concordo sul parere che dai sul Sulcis. E concordo al 100%!
    Il Sulcis che purtroppo, ha visto lo smantellamento del suo apparato industriale e la distruzione della sua antica cultura operaia. Basti pensare alle miniere...
    Inoltre, a Teulada insegnò per qualche tempo mio padre.
    Parlando poi più... de minimis, il Sulcis e la stessa Teulada sono in qualche modo presenti anche nei miei libri.
    Conosco solo la Sicilia solo librescamente, ma penso che sia una delle più belle regioni d'Italia. Spero di visitarla, prima o poi.
    Sapevi che Ripelino in "Praga magica" istituì un parallelo tra Palermo e Praga?
    Ciao ed auguri a te ed a tuo marito.

    RispondiElimina

.
Al fine di evitare lo spam, I Vostri graditi commenti saranno pubblicati previa autorizzazione da parte dell'amministratore del Blog. Grazie.
.