I commenti sono ovviamente graditi. Per leggerli cliccate sul titolo dell'articolo(post) di vostro interesse. Per scrivere(postare,pubblicare) un commento relativo all'articolo cliccate sulla voce commenti in calce al medesimo. Per un messaggio generico o un saluto al volo firmate il libro degli ospiti (guest book) dove sarete benvenuti. Buona lettura


venerdì 6 maggio 2016

Nuovi pensierini dal bus


Probabilmente leggerete questo pezzo verso maggio, ma al momento è aprile: il 4.
Mi trovo su un bus, sto andando (so che non ci crederete) in biblioteca... biblio per gli amici. Sono le 18.12.
Devo effettuare il prestito interbibliotecario per ottenere il libro di Primo de Lazzari Le SS italiane. Sì, come italiani siamo riusciti a non farci mancare neanche questa infamia!
Prenderò in prestito anche un testo sulla vita di Salgari: Giovanni Arpino Giuseppe Antonetto, Vita, tempeste, sciagure di Salgari il padre degli eroi.
Pare che da qualche tempo si stia cercando di riabilitare la figura e l'opera del “capitano”, scrittore ed uomo del quale, al di là del valore letterario dei romanzi, va tutto il mio rispetto. Ma anche di questo lavoro, così come di quello sulle SS italiane, parlerò nei prossimi articoletti.
Comunque sono le 18.32 e nella mia estasi d'inchiostro, ho sbagliato fermata; sto tornando indietro per prendere il n°3.
Giornata nuvolosa, sapete? Anche calda, dicono. Ma in fondo, ci sono 18-20 gradi: io reggo benissimo fino a 35 e bene fino a 40.
La biblio che sto per abbordare è la Provinciale Emilio Lussu, che sorge sull'area che fino a qualche anno fa ospitava il vecchio manicomio... per i cagliaritani (e forse anche per gli altri sardi di qualsiasi generazione) Villa Clara. Ogni volta che mi inerpico su per la collina alla cui sommità si trova la biblio, mi prende sempre una grande, grande tristezza...
Oggi è l'8 di aprile, sono le 16.45, c'è un bel sole ma un vento piuttosto freddo. Mi piacerebbe addormentarmi su una sdraio, con un plaid e Vivaldi in sottofondo, alle cui Stagioni potrebbero unirsi l'armonica di Neil Young ed il clavicembalo di Scarlatti.
Dal balcone di casa osservo il castello di S. Michele; mi chiedo che cosa potesse pensare un medievale, che dal castello osservasse la campagna sotto di lui: che ora è città...
Sono le 17.10 o forse le 17.12. Comunque avremo altre 2 ore di luce, forse 3. Vorrei andare a passeggio cum familiam meam e poi scrivere, scrivere, scrivere: ma il lavoro scolastico è ancora tanto ed il mio senso del dovere non mi lascia in pace. Purtroppo o per fortuna!
Mi concedo solo qualche minuto per ricopiare “in bella” (sì, ho parecchio del maestrino, lo so!) queste righe e poi... di nuovo al lavoro.
Sono le 17.26 e l'8 di questo mese alias aprile finirà tra circa 5 ore e mezzo.
Comunque, buonasera a tutte, buonasera a tutti!


4 commenti:

  1. Invidio molto il clima (da buon rettile resisto fino oltre 40, ma mi è toccato di vivere qui, con primavere che sembrano autunno inoltrato). Belle le tue letture, mi fa piacere di questa riscoperta di Salgari...

    RispondiElimina
  2. rif. Alligatore
    Eh, certo che da te è più una questione di nebbie, grandini e piogge...
    Ma per contrasto, a me attira molto anche quel clima: lo trovo senz'altro più misterioso ed intrigante di quello che abbiamo noi.
    Salgari: forse, tutti noi che scriviamo abbiamo molte delle sue ansie e dei suoi incubi.
    Anche se per fortuna, pochi di noi hanno avuto e/o avranno le sue disgrazie!

    RispondiElimina
  3. Non ho buon rapporto con le biblioteche,quella qui del paese è sfornita di novità,che poi sono quelle che ti interessano...
    Quanto a temperatura noi isolani siamo tarati naturalmente per i 40 all'ombra,ma in questi giorni si sta ancora bene,e le buone letture aiutano.sto leggendo una interessante biografia romanzata su Antonello da Messina,peccato che ogni volta devo comperarli,per quanto detto sopra.Buon lavoro,con la scuola e il resto.

    RispondiElimina
  4. rif. Chicchina Acquadifuoco
    Il problema biblioteche-piccoli centri è, in effetti, spinoso (anche più dei nostri fichi d'India)!
    Secondo me, quelle biblioteche dovrebbero essere rifornite regolarmente e dignitosamente, dall'alto.
    Non è infatti pensabile che un paese o un piccolo centro possa avere costante accesso alle ultime novità: le spese sarebbero davvero troppe...
    Le biografie romanzate sui grandi sono merce rara, appena possibile fammi sapere com'è quella che stai leggendo, ok?
    Contraccambio di cuore gli auguri e buon fine settimana!

    RispondiElimina

.
Al fine di evitare lo spam, I Vostri graditi commenti saranno pubblicati previa autorizzazione da parte dell'amministratore del Blog. Grazie.
.